Hyères gli aranceti

Text Size

Current Size: 100%

Versione stampabile
"Iero, amoundaut, verdo e flourido / Coume un jardin dis Esperido / Iero fugis, emé si coutau adrechous / E sis arange e si miougrano..."
"Hyères, lassù, verde e fiorita / come un giardino delle Esperidi / Hyères, frutto, con le sue collinette esposte a Sud / e le sue arance e melograni..."

Siamo nel 1867 e Frédéric Mistral evoca per la prima volta nei suoi versi una città coperta di agrumi. E se, alla fine, il vero nome della nostra città fosse Hyères les orangers?

 

È vietato raccogliere le arance nel centro storico di Hyères

Arance d'inverno

A partire dal XIV secolo, gli agrumi vengono coltivati in Provenza. Hyères è già nota per il suo clima mite e soleggiato. Coltivati in città, nei giardini o nelle colline circostanti, arance, fiori d'arancio e limoni vengono in seguito raccolti prima di giungere a maturazione per essere spediti in tutta la Francia a bordo di tartane in partenza da Giens. Gli inverni freddi, l'introduzione delle palme e la concorrenza della Spagna porranno fine a questa coltivazione verso il 1840. Ma le arance avranno colpito decine di viaggiatori e scrittori che rimarranno affascinati da questi aranceti che producono frutti in pieno inverno (Diane de Vichy, Schopenhauer, Millin....)

 

Ancora oggi, quando si passeggia in città, si ha sempre un arancio sotto gli occhi. Questo semplice frutto evoca già la dolcezza del Sud e rassicura promettendo che l'inverno non durerà mai a lungo.

 

 

 

 

Hyères d'inverno: la sua luce, le sue arance (plan final)
  • Français
  • English
  • Deutsch
  • Italiano