Gli uccelli delle saline

Text Size

Current Size: 100%

Versione stampabile

 

 Un tempo vera e propria isola, Giens è stata collegata al continente tramite due cordoni di sabbia paralleli chiamati "tombolo", tra cui si estendono lagune sfruttate come saline.

Visite guidate con numero di persone limitato

Info e prenotazioni:

☎ +33 (0) 4 94 01 84 50

Una biodiversità eccezionale

Le saline di Hyères sono divise in due zone umide: i Vieux salins e i salins des Pesquiers. Oltre ad essere un paesaggio di una straordinaria bellezza, è oggi un habitat favorevole allo sviluppo di oltre 200 specie di uccelli e 300 varietà di piante. TPM (Toulon Provence Méditerranée) gestisce e tutela quest'area appartenente al Conservatorio del litorale.

 

Tracce del passato

Le saline hanno conservato opere rarissime, che testimoniano lo sfruttamento delle saline dal 963 d.C. al 1995. Un tempo composti da diverse piccole aziende, i Vieux salins diventarono un unico ente di produzione a partire dal XIX secolo. Le salin des Pesquiers, invece, è più recente (1848) e ha conosciuto l'era della meccanizzazione. In concorrenza con la produzione della Camargue, la produzione di Hyères è in seguito declinata per lasciare posto ad un'area dedicata alla protezione della flora e fauna.

 

Rotta verso la natura!

Oggi, queste saline consentono di ottimizzare e gestire un patrimonio ecologico eccezionale. Accogliere e informare il grande pubblico fa anche parte delle loro priorità. Vengono organizzate, tutto l'anno, visite guidate per osservare gli uccelli, la flora emblematica delle saline e scoprire la storia del sale, accompagnati da guide naturalistiche. Una bella idea di visita durante il vostro soggiorno a Hyères.

 

 

 

 

A lire absolument, la brochure très complète sur les Salins d'Hyères, éditée parTPM
  • Français
  • English
  • Deutsch
  • Italiano